B I O

Silvia Gribaudi Coreografa e performer

Nata a Torino, è un’artista attiva nell’arte performativa. Il suo linguaggio coreografico attraversa la performing art, la danza e il teatro, mettendo al centro della ricerca il corpo e la relazione col pubblico. La sua poetica si avvale di una ricerca costante di confronto e inclusione con il tessuto sociale e culturale in cui le performance si sviluppano. Il suo linguaggio artistico è l’incontro della danza con la comicità cruda ed empatica.

Nel 2009 crea A corpo Libero, con cui vince il Premio pubblico e giuria per la Giovane Danza d’Autore, viene anche selezionato in Aerowaves Dance Across Europe, alla Biennale di Venezia, al Dublin Dance Festival, Edinburgh Fringe Festival, Dance Victoria Canada e al Festival Do Disturb a Palais De Tokyo di Parigi e a Santarcangelo Festival.
Conduce seminari in Italia e all’estero e progetti di formazione all’Accademia Teatrale Veneta e al Theaterschool – Amsterdam School of the Arts.
Dal 2013 al 2015 si concentra sul corpo e la nudità e comincia creando performance quali: The film contains nudity ( progetto Performing Gender) e What age are you acting? – Le età relative (progetto Act your age)
Dal 2011 conduce laboratori destinati Over 60 e collabora con Università Ca ‘Foscari di Venezia, Dipartimento di Management Cultura e Impresa, nel progetto ARTimprendo e Action Reasearch Coreografie d’Impresa.
Nel 2017 è selezionata in Italia tra i coreografi del Network ResiDance Anticorpi XL 2017.
Nel 2016 e 2017 è regista e coreografa di tre diverse performance (My Place, Felice e R. OSA_10 esercizi per nuovi virtuosismi) dove il corpo del performer diventa protagonista, attraverso la propria identità espressiva.
Nel 2017 debutta Vancouver, Canada, con Empty. Swimming. Pool una coproduzione italo -canadese con Tara Cheyenne Frienderberg, vincitore del sostegno del Chrystal Dance Prize 2016.
Nel 2017 è finalista per il premio rete critica italia .
I lavori di Silvia Gribaudi incarnano: leggerezza, ironia e libertà.

Silvia Gribaudi Coreografa e performer

Nata a Torino, è un’artista attiva nell’arte performativa. Il suo linguaggio coreografico attraversa la performing art, la danza e il teatro, mettendo al centro della ricerca il corpo e la relazione col pubblico. La sua poetica si avvale di una ricerca costante di confronto e inclusione con il tessuto sociale e culturale in cui le performance si sviluppano. Il suo linguaggio artistico è l’incontro della danza con la comicità cruda ed empatica.
Nel 2009 crea A corpo Libero, con cui vince il Premio pubblico e giuria per la Giovane Danza d’Autore, viene anche selezionato in Aerowaves Dance Across Europe, alla Biennale di Venezia, al Dublin Dance Festival, Edinburgh Fringe Festival, Dance Victoria Canada e al Festival Do Disturb a Palais De Tokyo di Parigi e a Santarcangelo Festival.
Conduce seminari in Italia e all’estero e progetti di formazione all’Accademia Teatrale Veneta e al Theaterschool – Amsterdam School of the Arts.

Dal 2013 al 2015 si concentra sul corpo e la nudità e comincia creando performance quali: The film contains nudity ( progetto Performing Gender) e What age are you acting? – Le età relative (progetto Act your age)
Dal 2011 conduce laboratori destinati Over 60 e collabora con Università Ca ‘Foscari di Venezia, Dipartimento di Management Cultura e Impresa, nel progetto ARTimprendo e Action Reasearch Coreografie d’Impresa.
Nel 2017 è selezionata in Italia tra i coreografi del Network ResiDance Anticorpi XL 2017.
Nel 2016 e 2017 è regista e coreografa di tre diverse performance (My Place, Felice e R. OSA_10 esercizi per nuovi virtuosismi) dove il corpo del performer diventa protagonista, attraverso la propria identità espressiva.
Nel 2017 debutta Vancouver, Canada, con Empty. Swimming. Pool una coproduzione italo -canadese con Tara Cheyenne Frienderberg, vincitore del sostegno del Chrystal Dance Prize 2016.
Nel 2017 è finalista per il premio rete critica italia .
I lavori di Silvia Gribaudi incarnano: leggerezza, ironia e libertà.

Silvia Gribaudi
Coreographer and Performer

Born in Turin, she has been active as a performer for quite a while. Her choreographic language crosses performing art, dance, and theatre, focusing on the research on body and on the relationship with the audience. Her poetics constantly resorts to dialogue and is embedded in the social and cultural framework where her performances develop. Her artistic language could be summarised as the encounter of dance with a raw, empathetic humour.
In 2009 she created A corpo Libero, a piece with which she won both the audience and the jury prize at the Giovane Danza d’Autore contest; the piece was also selected by Aerowaves Dance Across Europe, was presented at the Venice Biennale, at the Dublin Dance Festival, at the Edinburgh Fringe Festival, at Dance Victoria Canada and at the Festival Do Disturb at the Paris Palais De Tokyo, and also at the Santarcangelo Festival.
Silvia Gribaudi has been holding workshops in Italy and abroad as well as training projects at the Accademia Teatrale Veneta and at Theaterschool – Amsterdam School of the Arts.
From 2013 to 2015 she focused on body and nudity and started the research by creating performances such as: The film contains nudity (a project within Performing Gender) and What age are you acting? – Le età relative (an Act your age project).
From 2011 she has been holding workshops for Over 60 participants and has been collaborating with the Venice Università Ca’ Foscari, the Department for the Management of Culture and the Enterprises, in the projects ARTimprendo and Action Research Coreografie d’Impresa.
In 2017 she has been selected in Italy among the choreographers of the ResiDance Anticorpi XL Network 2017.
In 2016 and 2017 she directed and choreographed three different performances (My Place, Felice, e R. OSA_10 esercizi per nuovi virtuosismi), where the body of performers become the real protagonist, thanks to its expressive identity.
In 2017 she premièred in Vancouver, Canada, with Empty. Swimming. Pool, an Italian-Canadian co-production with Tara Cheyenne Frienderberg. The work was awarded the support of the Chrystal Dance Prize 2016.
In 2017 she has been selected as a finalist for the Premio rete critica award in Italy.

Silvia Gribaudi’s works embody light-heartedness, irony and freedom.