“TOYS?move on!”

da un'idea di Anna Piratti ©
coreografa Silvia Gribaudi

The happening of ART IN ACTION

con
Anna Piratti
Silvia Gribaudi
Bambole e Pubblico

Allestimento di Art in Action nella città
il pubblico viene invitato ad agire su un percorso ispirato all' articolo 4 della dichiarazione universale dei diritti dell'uomo.

“Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma.”
DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI ART.4

“Toys?move on!”

Molte donne e bambine in tutto il mondo sono trattate come merce, trafficate da un paese all'altro e vendute come fossero giocattoli.

Centinaia di bambole sono gettate nella piazza e sono scomposte, senza abiti, etichettate tutte allo stesso modo con un codice a barre.
Un modello unico di corpo plastificato, oggetto di disinteresse e soggetto dei ricordi di gioco di ogni individuo che sia stato bambino.

I passanti vengono invitati dalle artiste a prendere una bambola e... inizia l' Art in Action!


TOYS?move on!

the happening of ART IN ACTION

created by Anna Piratti ©
choreographer Silvia Gribaudi
performers Anna Piratti, Silvia Gribaudi, Dolls and Public

“TOYS?move on!”

The project is presented in the format of an interactive installation: hundreds of ruffled and naked dolls are spread out on the pavement of a defined area.

They wear nothing but a label identifying them as merchandise.

People who pass by are invited, by the
performers, to choose a doll and take care of her, dressing her, laying her down with care and kindness in a safe place, thus restoring her dignity.

Project inspired by the 4th article of
The Universal Declaration Of Human Right.

‘‘No one shall be held in slavery or servitude; slavery and the slave trade shall be prohibited in all their forms.’’